novità

« Indietro 1 2 3 4 5 6 7 8 Avanti »

pubblicato da crete il 18.01.2019 alle 16:53:13

UNDER EVA - d’Io. Una personale di Eva Robin’s

La nuova stagione di eventi nella Manicalunga di Crete pièce unique, si inaugura quest’anno a febbraio, nelle giornate di Artefiera 2019.

Protagonista assoluta dello spazio, Eva Robin’s con dipinti e installazioni.

Personaggio pubblico, nota soprattutto in teatro e televisione, Eva dipinge da sempre e la sua pittura è spesso una ripittura, specie di readymade fatto di pennelli e colori a olio, acrilici, cornici barocche e umanità particolari, “i rifatti” come li chiama lei.

Eva abita a 200 metri dalla Manicalunga di Crete ed è una presenza quotidiana, una frequentazione con scambio d’informazioni alte e basse, dove intelligenza, ironia e crudeltà fanno parte del dialogo.

Specie di “affinità elettive” sulla “corrispondenza d’amorosi sensi” che si sono instaurate in questi anni con-Crete.

In una sua recente intervista su Vogue Eva dice che senza arte la vita sarebbe insostenibile.

L’eclettismo della Robin’s si traduce in una performance quotidiana, un’installazione continua in cui abiti, tessuti, swarovsky e pennelli, mobili vivi e animali morti entrano ed escono da questa incredibile Wunderkammer dove l’animale più prezioso è lei, l’Eva.

La mostra è completata da una videoinstallazione di Fabio Fiandrini.

Etichette: novita
pubblicato da crete il 24.11.2018 alle 15:21:52

“VENERDI’ TRENTA LA GENTE E’ PIU’ CONTENTA!”

Un bicchiere con gli amici ammirando le creazioni di “Anima Volubile”, “bobò” e “Gabriel Reinoso Jewelry”

Venerdì 30 novembre dalle 18,30  alle 22,00

Crete pièce unique – via S.Felice 48/a Bologna

Info: 051 555206 - 3383773318 – info@cretepieceunique.it

Orari: 10,00 -13,30; 15,30- 19,30.

Domenica e lunedì mattina chiuso.

Anima Volubile in collaborazione con Elica Studio di Pastore&Bovina  presenta la  collezione  “Fake Fox”  (nuove interpretazioni del classico collo in pelliccia staccabile che diventa morbida lana ricamata), sciarpe con i cuori spinati i e i kimono  in tessuto  jacquard  stampato della linea Quintessenza  dell’Arcolaio di Teramo. Di se stessa dice: “Da ragazzina, volevo fare la stilista. Ma poi mi resi conto che non faceva per me, non volevo essere un prodotto in serie. Quello che mi attirava era il fascino del pezzo unico, originale, irripetibile. Così come  il ritrovare mobili o abiti con una loro storia e inventargliene un'altra. L'incontro con le persone , con il loro materiale di vita e di lavoro , mi ha aperto ogni volta mondi fantastici da scoprire e fare miei. Alla fine si tratta di semplici, fortuiti, casuali incontri.”

Bobò – bourgeois o bohémien? – è una provocazione allo stile contemporaneo che nasce dalla fusione di design e artigianato. Le collezioni di bobò si ispirano ai simboli e alla natura: rami e legni forgiati dall’acqua si trasformano nei gioielli di bronzo e argento della collezione Oltremare, alcuni sassolini trovati sulla spiaggia sono ora i protagonisti della collezione Cuori di pietra e l’Uroboro, il serpente che si morde la coda, continua ad inseguire se stesso all’infinito sui corpi di chi sceglie la collezione Simboli. Le mani e la mente di bobò sono Francesca e Luca. Sorella e fratello, nel loro laboratorio creano gioielli rigorosamente fatti a mano con diversi materiali e tecniche, tra cui la microfusione a cera persa e l’incisione. Formula magica: curiosità e passione.

.

Gabriel Miranda Reinoso nato a l’Avana, Cuba, dove ha studiato gioielleria e nel 2002 trasferito in Italia, presenta la sua linea di gioielli in argento bronzo e pietre realizzati a mano. Del suo lavoro dice: “Modello la materia in modo irregolare, amo lasciare in evidenza le caratteristiche di una lavorazione, giocare sul contrasto tra perfezione e imperfezione. Le texture sono spesso ruvide, ma è piacevole toccare il metallo, sentirne le irregolarità. I miei monili sono pezzi unici, realizzati a mano con diverse tecniche.

Etichette: novita

PANE AMORE E FANTASIA

“Che te magni? Pane. E che ci metti dentro? Fantasia, Marescià”

cronaca di idee e passioni per un’economia contemporanea

Si dice sempre che la storia è ciclica e- cambiando secolo e macro caratteristiche- si ripete uguale a sé stessa. Succede anche nella moda, fenomeno virale nel nostro contemporaneo; un po’ quello che capita a tanti aspetti del quotidiano, dal lavoro al cibo che mangiamo.

Il titolo del film di Comencini del ’53 calza perfettamente all’evento in programma per il prossimo 26 ottobre nella Manicalunga di Crete pièce unique a Bologna.

La “fantasia”, intesa come creatività, a fare da companatico al pane.

Anche questa volta si ripete il mood di Studio Elica, partner di Crete, nel sapersi mixare e incrociare con realtà diverse: tessuti ceramiche e pane saranno protagonisti di quest’occasione, sotto forma di Arcolaio, Amaaro, il forno di Calzolari; tre diverse realtà produttive con un elemento in comune con Elica, la passione, quella che oggi fa la differenza nel modo di lavorare: con o senza.

Lasciando ad altri il senza e la com-passione, Arcolaio, Amaaro, il forno di Calzolari sono nate e si sono sviluppate solo grazie alla passione per la materia con cui lavorano. Due sono storie famigliari, una è l’incontro e la nascita di un amore.

Il prossimo 26 ottobre da Crete saranno apparecchiati i tessuti di Arcolaio, in particolare la collezione Quintessenza, disegnata da Elica, con nuove iconografie: lino cotone jacquard e stampa digitale in dialogo con gli oggetti fantastici di Amaaro, atelier creativo nato dall’incrocio di un architetto, un pittore e la passione per la ceramica. A fare da trait d’union fra loro, il pane, non uno qualunque ma il pane del forno di Calzolari. E’ Matteo, fornaio, figlio di Franco, “il Fornaio” di Monghidoro, a proseguire una storia antica e nuova al tempo stesso, quella del pane: l’amore per la terra, il grano, il lievito madre, la macina a pietra fanno la differenza.

Allora per una volta l’esperienza da Crete sarà multisensoriale: oltre la vista e il tatto saranno in gioco olfatto, gusto e udito e qualcuno, sentendo il rumore del pane tagliato sul tagliere ripenserà a quando non c’erano negozi di cover lungo le vie ma forni per il pane.

Una cronaca di idee e passioni che diventano economia.

La degustazione di pane del forno di Calzolari sarà bagnata dall’Albana della Tenuta Masselina di Castel Bolognese, Ravenna.

PANE AMORE E FANTASIA

“Che te magni? Pane. E che ci metti dentro? Fantasia, Marescià”

26 ottobre – 3 novembre

Opening venerdì 26 ottobre ore 18,30.

Orari: 10,00 -13,30; 15,30- 19,30.

Domenica e lunedì mattina chiuso.

Crete pièce unique – via S.Felice 48/a Bologna

Info: 051 555206 - 3383773318 – info@cretepieceunique.it

Etichette: novita

IDA Y VUELTA

Andata e ritorno per nodo solo: il macramè e la pelle cucita di Santiago Funes

Una vita scandita dai nodi potrebbe essere il claim per raccontare il lavoro di SANTI, Santiago Funes, argentino di nascita con sangue siculo nelle vene ma cittadino del mondo.

Il nodo gli ha aperto la strada, il nodo, uno dopo l’altro, lo ha portato lontano, il nodo sciolto e poi richiuso gli ha aperto molte porte, il nodo quale elemento cruciale nella sua esperienza di creatore.

Così, dopo aver sciolto giovanissimo quello più complesso della famiglia, che lo vedeva “incorniciato” dentro una vita “normale”, ha iniziato a farne altri, a imparare diverse forme di nodo, il macramè, e a costruirsi un lavoro, meglio, un modo di essere e di vivere: cittadino del mondo a casa in ogni luogo.

Incontri e nodi lo hanno portato in  diversi paesi del Sud America e, dopo  un incontro casuale con Milena Altini, anche in Italia, dove sono nati nodi nuovi, piccoli, grandi, non più solo col filo ma anche con la pelle.

Con la pelle, rispettando il suo modus vivendi, ha fatto abiti e accessori, prima per sé e poi per gli altri.

La Manicalunga di Crete presenta un capitolo del viaggio di SANTI, fotografie tridimensionali in filo e pelle: bijoux e accessori per una narrazione che tiene annodati  la storia e la tradizione col linguaggio contemporaneo.

IDA Y VUELTA

8 -16 giugno 2018

opening : venerdì 8 giugno ore 19,00.

Orari: 10 -13; 15,30- 19,30.

Domenica e lunedì mattina chiuso.

Info: Crete pièce unique – via S.Felice 48 Bologna

051 555206  -3383773318

info@cretepieceunique.it

Etichette: novita

QUIDDAM INGENITUM QUASI…

una personale di Myriam Bottazzi (MYRIAMB)

gioielli contemporanei e complementi per il corpo

a cura di Elica Studio

In occasione di Art White Night  2018 Crete pièce unique presenta la personale della designer Myriam Bottazzi. 

La Manicalunga di Crete, già Galleria per le Arti Applicate, si apre ancora una volta al lavoro fatto con le mani. 

Protagonista di questo nuovo racconto una personalità atipica, una designer nata a Milano ma operativa a Roma. Myriam Bottazzi crea complementi e artifici per il corpo. E’ proprio l’etimologia latina artificium a indicare una modalità di comprensione del suo lavoro, l’uso di un’arte per raggiungere determinati fini, anche con-fini…

Myriam lavora con diversi materiali e l’aspetto interessante dei suoi progetti è che, partendo comunque dalla natura o dall’artificio, giunga sempre a oggetti in dialogo costante con l’intimo umano, forse perché sempre pieni di rimandi primordiali, genetici, istintivi, rudimentali.

“Da bambina osservavo mia nonna conservare tutto: credo di aver appreso da lei il senso per le cose che restano vive nel tempo, che possono vivere e rivivere ancora all'infinito...”

Ancora una volta l’etimo rudimentum aiuta la comprensione di questo iter artistico -percorso a mano- perché gioca con la contraddizione tra il rude, il rozzo, il grezzo, e gli esiti del lavoro di questa designer, all’opposto: delicate sculture da collo, da orecchie, per il corpo.

L’esaltazione di questo concetto di artificio e rudimento è perfettamente espressa attraverso l’uso di un materiale che ne incarna appieno l’idea: la paillette.

La paillette è un materiale plastico, artificiale, fragile, che Myriam  lavora e modella con le mani facendola diventare “natura”, quasi viva… Una materia lavorata così che sembri sempre esistita pur nella sua totale contemporaneità.

Acciaio e plastica, pietre dure e piume, dolce e tenace, il lavoro della Bottazzi procede in quest’alternanza di opposti che si calma nell’oggetto finito.

L’ornamento da corpo diventa corpus, un perfetto mix di hard and soft, un ritmo antico che chi indossa un gioiello di Myriam B sa riconoscere.

Manicalunga di Crete  pièce unique  

3 - 12 febbraio 2018 

10,00-13,00; 16,00-19,00

opening: sabato 3 febbraio  19,00 – 24,00   per ART CITY WHITE NIGHT 2018

 

Crete pièce unique, via San Felice 48/a – Bologna

051 555206 -  3383773318  

info@cretepieceunique.it, www.cretepieceunique.it  facebook event MYRIAB

ph. Maria Grazia Mormando

Etichette: evento
pubblicato da crete il 03.08.2017 alle 18:43:43

Etichette:
pubblicato da crete il 04.04.2017 alle 18:09:02

In occasione di

“ Have a GLAMOROUS weekend 2017”

Sabato 8 aprile dalle 10 alle 20

Crete Pièce Unique presenta:

ACROBATICHE LIBELLULE

un’installazione di Anastasia Zavoli e Oreste Pifferi

..una legge della fisica applicata alla materia

...un equilibrio capace di stupire

...la maestria di chi plasma le forme meticolosamente

... un oggetto che vive della propria poesia con leggerezza

https://www.facebook.com/events/316031582133079/

https://www.facebook.com/crete.pu/?fref=ts

https://www.facebook.com/libellulepezziunici/

Etichette: eventi
pubblicato da crete il 17.01.2017 alle 18:50:05

MONIKA GRYCKO  

DIE WERWANDLUNG –  INDAGINE A CORPO LIBERO

Manicalunga di Crete Pièce Unique

28 gennaio - 4 febbraio 2017

Opening:  sabato 28 gennaio ore 19,00.

Orari:  10,00 -13,00; 16,00-19,00

L’opera di Monika Grycko è sempre centrata sul corpo, materia prima del simbolico, fonte di immagine e di progetto.

La sua è un’operazione installativa a forte impatto visivo.

Ambiguità e concretezza del reale, per ottenere come effetto il disorientamento.

Una lettura inquietante e scientifica, analitica, anamnesi del corpus edel corpo. Quest’ultimo scolpito, modellato, dipinto, rappresentato sempre, in allestimenti o apparecchiature a scopo conoscitivo, costante indagine del contemporaneo.

Ogni progetto di Grycko ha come oggetto l’umano odierno: il più sfrenato individualismo cuoce in un “brodo” dove alto e basso, bello e deforme, vivo e morto, sano e insano, piacevole e raccapricciante si mischiano indifferentemente per una soluzione finale che sembra non avere esiti positivi.

In realtà l’operazione di Monika Grycko è catartica e passa attraverso gli occhi vitrei  dei piccoli cani di “Dogmaster”,  i fondali piatti dove galleggiano oscuri e minacciosi sottomarini, gli U-Boot, le escrescenze larvali  biancastre di “Metamorph”….

Crete Pièce Unique, via San Felice, 48/a

40122 Bologna - 051 555206 – 338 3773318

info@cretepieceunique.it

https://www.cretepieceunique.it

https://www.facebook.com/crete.pu/

http://www.monikagrycko.net/

Etichette: eventi
pubblicato da crete il 05.12.2016 alle 10:25:44

Maria Luigia Marvasi 7071 - Collezione macramè

Debutta   mercoledì 7 dicembre -  ore 18,30

CRETE Pièce Unique

MARIA LUIGIA MARVASI 7071 produce una linea esclusiva di contemporary jewellery, in edizione limitata, interamente fatta a mano in Italia.

I pezzi sono tutti progettati e realizzati da Carlotta Marvasi..

CHI SIAMO

MLM 7071  è un brand nato a dicembre 2014 sui colli di Bologna, dalla collaborazione delle sorelle Marvasi.

Carlotta, diplomata all'Accodemia di Belle Arti di Bologna, è un'artista eclettica, con anni di esperienza come mosaicista.

Margherita è giornalista professionista e, oltre ad essere Direttore Creativo di MLM 7071, cura la produzione di una linea di abiti realizzati nel suo atelier di Zanzibar col marchio da lei fondato nel 2007, MAGò - east africa.

PRODOTTO

Questa prima collezione ha rimandi all'Africa e all'Oriente, nei modelli e nelle forme, insieme a suggestioni di lussuosa eleganza che ricordano il '700 nei materiali luminosi e avvolgenti che accompagnano le linee del corpo: lunghe frange morbide molto femminili.

I gioielli sono realizzati con un'antica tecnica tradizionale, semplice e pulita, lineare, di nodi, il macramè.

Sono pezzi sensuali e sofisticati che indossati donano luminosità.

MATERIALI

Le frange sono in poliestere e si appoggiano sulle curve del corpo, con volumi morbidi molto piacevoli al tatto.

Non prendono pieghe e le collane hanno sempre un aspetto "in ordine", perfetto.

I cordoni a contatto con la pelle sono tutti in cotone e seta - lucido ma non luccicante.

I colli rigidi sono in metallo anallergico.

VISION

L'essenza di MLM 7071 è nomade, sofisticata, multiculturale.

Fatta di oggetti unici e preziosi.

Un'avventura geografica tra forme e simboli che accende la fantasia e rimanda un eco del tempo in cui tutto era realizzato a mano, con cura.

TECNICA MACRAME'

Il Macramè è una tecnica antica con la quale una serie di fili vengono annodati e intrecciati a mano per realizzare pizzi e merletti dal disegno geometrico.

Di origine araba, giunse in Italia intorno al 1400 sviluppandosi soprattutto in Liguria e tra il Sei e Settecento nei conventi di tutto il territorio nazionale, dove venne insegnato e raffinato.

A detenere il primato su questa tecnica non-industrializzabile furono, però, le donne chiavaresi. E questo perché a Chiavari la presenza di un fiorente artigianato tessile, soprattutto del lino, si prestava particolarmente a questo tipo di impiego.

La caratteristica del macramè è di essere realizzato interamente a mano, senza alcun tipo di strumento ausiliario.

 

Etichette: evento novita

Una nuova iniziativa che coinvolge i ragazzi, i “Cinni Selvaggi” del Centro Diurno Rondine e Studio Elica.

Hanno lavorato insieme per circa un anno  e i risultati si sono concretizzati nel progetto di una tazza da the in porcellana decorata da alcuni di loro.

Ma il lavoro si è esteso anche a uno dei progetti più noti di Studio Elica, il cuore da muro , interpretato graficamente e pittoricamente  proprio dai Cinni Selvaggi.

Cuore Matto sarà tutto questo, insieme ai pezzi unici realizzati da Francesca Ghermandi e Andrea Bruno, e per la serata inaugurale,  un “presentatore” d’eccezione, Clelia Sedda.

Vi aspettiamo!

Questa nuova produzione, firmata Cinno Selvaggio – Elica, sarà visibile il 2 dicembre prossimo nella Manicalunga di Crete pièce unique.

Crete pièce unique – via S.Felice, 48/A – Bologna

2 – 3 – 4 dicembre 2016 – ore 9,30- 13,30 – 15,30 – 19,30

Apertura: venerdì 2 dicembre 2016, ore 19,00 -22,00

Info : 051 555206  - 338 3773318

info@cretepieceunique.it    cretepieceunique.it

Etichette: eventi

« Indietro 1 2 3 4 5 6 7 8 Avanti »